Maratona Europa. Una settimana di fiction e speciali Europa sulla RAI.

Cari Europeans,

ho già detto tra le righe di un precedente post che nella mia stanza di Milano non ho la televisione. Questa informazione non era il centro del post, ma era funzionale a spiegare come un atteggiamento poco collaborativo fra coinquilini porta alcuni svantaggi. Esattamente come succede talvolta fra gli Stati Europei.

In questo post, invece, la mia mancanza della televisione è centrale. Infatti, mi è giunta la voce che la settimana in corso, quella che va da lunedì 17 a domenica 23, è la settimana della Maratona Europa. Una settimana di programmi televisivi sulla Rai che parlano della costruzione dell’Europa, di cui potete trovare l’elenco a questo link.

E io non potrò vederli né commentarli qui per voi. Quindi il vostro compito è accendere la televisione e guardarli per conto mio. In particolare, vi suggerisco di non mancare la fiction su Altiero Spinelli che ci sarà domenica 23, in prima serata, su Rai Uno. Si chiama “Un mondo nuovo” e su di essa avevo molte aspettative. Ad Altiero Spinelli dedicherò decine di nuovi post, quindi per il momento vi basti solo sapere che è uno dei padri fondatori dell’Unione Europea ed è anche uno dei “pensatori” dell’idea di Unione Europea. La cosa gli venne in mente quando era stato mandato al confino dal regime fascista durante la Seconda Guerra Mondiale.

Lo spedirono sull’isola di Ventotene, un luogo che per me e per molti turisti estivi significa profumo di mare, ibischi rossi e cartocci di pesce fritto. Ma che all’epoca era un luogo di prigionia ben dura.

Ventotene
Ventotene

 

Ad Altiero venne in mente che se nella Seconda Guerra Mondiale in Europa le persone soffrivano perché i loro Stati si combattevano, non combattendosi più gli Stati, le persone potevano avere una buona vita. Un ragionamento che pareva quasi ovvio e anche molto originale all’epoca, quando le soluzioni prevalenti nel dibattito erano quella comunista o capitalista, insomma quelle tradizionali che si studiano a scuola ora. Dopo il confino, Spinelli si diede da fare per costruire nella pratica un’Unione Europea. Quella che c’è oggi, non credo che gli piacerebbe molto.

Spinelli aveva anche una vita psicologica molto complessa e interessante, come si capisce dalla sua autobiografia “Come ho tentato di diventare saggio“, che vi consiglio di leggere.

Per tutto il resto, vedetevi la fiction di domenica e aspettate nuovi post…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...